Perché essere un genitore di gatti è meno che essere un genitore umano?

So che alcune persone variano nel modo in cui considerano i loro gatti. Per alcuni, i gatti sono semplicemente animali. Per altri, i gatti sono compagni divertenti, ma non necessariamente 'bambini'. Per molti, i gatti sono i nostri bambini. Sono in quest'ultima categoria.


Una volta abbiamo avuto un amico che ha pensato che fosse la cosa più divertente quando ho chiamato i miei gatti i miei bambini - non avrebbe mai mancato di farlo ridere a crepapelle. Ma non sono stato offeso (era una persona gentile e non voleva fare del male). Comunque, la sua risata non mi dissuase dalla mia posizione. Sono i miei bambini e sento fortemente di essere un genitore. Ad alcuni potrebbe sembrare strano, ma è così che mi sento.

Questo è ulteriormente confuso dal fatto che non ho figli umani e non so nemmeno come sarebbe. Ma penso di essere in grado di indovinare come deve essere essere un genitore per un bambino umano, e sono arrivato il più vicino possibile ad approssimare quell'esperienza con i miei gatti.


So che ci sono persone che pensano che sia pazzo a definirmi un genitore in questo contesto. E mi chiedo se abbiano ragione. Essere il genitore o il tutore di un gatto è equivalente alla genitorialità umana? La genitorialità umana è più difficile? Superiore? Più in alto su una sorta di catena evolutiva o di relazione? Non sto chiedendo sarcasmo; Sono semplicemente curioso.

Woman and her cat relaxing on pillows on floor at home by Shutterstock.com


Ecco come penso che essere genitore di un gatto sia paragonabile all'essere genitore di un bambino umano:



1. Coloro che stiamo facendo da genitori ci insegnano lezioni grandi e sorprendenti

Ho sentito persone dire che i loro figli sono i loro più grandi insegnanti. Ci credo. I bambini sono potentemente innocenti. I gatti sono stati alcuni dei miei più grandi insegnanti. Mi hanno insegnato (e se hai letto i miei articoli, l'hai sentito prima) su come amare davvero, come vivere il momento, come affrontare la paura e come lasciarsi andare. Ci sono molte altre lezioni che mi insegnano ogni giorno: pazienza, consapevolezza, persino qualcosa di semplice come interrompere il lavoro per godermi un momento con un gatto. Sono sicuro che i genitori di bambini umani hanno avuto esperienze simili.


2. Amiamo incondizionatamente ... di solito

Mi piacerebbe sperare che i genitori degli umani amino incondizionatamente, ma in qualche modo sembra che potrebbe essere più facile praticarlo sui bambini da compagnia. I nostri animali domestici dimostrano così bene amore incondizionato. Gli esseri umani non lo dimostrano sempre così bene.

Siamo completamente responsabili della loro cura e dipendono completamente da noi. Tuttavia, gli animali domestici lo sonosempredipende dalla nostra cura, dalle nostre decisioni, dalle nostre azioni. I bambini umani potrebbero essere all'inizio della loro vita, ma man mano che crescono diventano sempre più auto-diretti e prendono le proprie decisioni di vita.


Old man resting on bench and cuddling dog and cat by Shutterstock.com

Tuttavia, ci sono molti modi in cui gli scenari genitoriali potrebbero differire. Gli animali domestici non rispondono, per esempio.Haha,tu dici.Il mio gatto risponde.Ed è vero. Anche a me è successo. Ma di solito non rispondono nella misura in cui un bambino umano è in grado di tirare fuori.


Call it cat parenting, or cat care giving, or whatever -- I never get enough of it.

Non siamo la stessa specie e ci sono alcune cose sul gatto e sull'uomo che saranno sempre diverse. C'è una citazione che amo che lo esprime bene, di Henry Beston, autore diThe Outermost House: un anno di vita sulla Great Beach di Cape Cod.Ho visto questa citazione per la prima volta nell'ufficio del mio veterinario e penso che catturi davvero i diversi mondi che un essere umano e un gatto occupano.


Abbiamo bisogno di un altro concetto di animali più saggio e forse più mistico. Lontano dalla natura universale e che vive di complicati artifici, l'uomo nella civiltà osserva la creatura attraverso il vetro della sua conoscenza e vede così una piuma ingrandita e l'intera immagine distorta. Li proteggiamo per la loro incompletezza, per il loro tragico destino per aver preso forma così al di sotto di noi. E qui sbagliamo. Poiché l'animale non deve essere misurato dall'uomo. In un mondo più antico e più completo del nostro, si muovono finiti e completi, dotati dell'estensione dei sensi che abbiamo perso o mai raggiunto, vivendo di voci che non ascolteremo mai. Non sono fratelli, non sono subalterni: sono altre nazioni, intrappolate con noi stessi nella rete della vita e del tempo, compagni prigionieri dello splendore e del travaglio della terra.

Essere genitori di un bambino umano è più onorato che essere genitori e prendersi cura dei gatti? Probabilmente. Importa? Ebbene, se stai facendo del bene e sai che nel tuo cuore, avrai la forza di mettere in pratica le tue convinzioni, anche se una di queste convinzioni è che stai facendo da genitore a un gatto al meglio delle tue capacità.

Cosa pensi? La genitorialità del tuo gatto è equivalente alla genitorialità di un bambino umano? La società dà più credito alla genitorialità umana rispetto alla genitorialità da compagnia? Diteci i vostri pensieri nei commenti!

Altro di Catherine Holm:

  • 6 massicce lezioni di vita che i miei gatti mi hanno insegnato senza provare
  • Hai un gatto in velcro? Ecco 7 modi per dirlo
  • 8 modi in cui mi piacciono ESATTAMENTE i miei gatti
  • Applaudiamo gli sforzi TNR di Feline and Friends nel Vermont
  • Parliamo: faresti parte di un gruppo di supporto al dolore per piangere un gatto?
  • Cinque consigli per aiutare un amico ad affrontare il dolore dopo la perdita di un gatto
  • Parliamo del motivo per cui amiamo avere più gatti
  • Come capire se il tuo gatto è un micromanager
  • Il tuo gatto ti ricorda tua madre?
  • Uno dei tuoi gatti maltratta gli altri?
  • 9 gesti di gatto che mi uccidono con dolcezza OGNI volta

Informazioni su Catherine Holm:Detto che è divertente ma non lo sa, accusata di essere una truffatrice involontaria da suo marito, tranquilla, con frequenti scoppi improvvisi di vivacità danzante, Cat Holm ama scrivere, lavorare per e vivere con i gatti. È autrice di The Great Purr (romanzo fantasy sui gatti in uscita il 1 giugno), il libro di memorie a tema sui gatti Driving with Cats: Ours for a Short Time, il creatore dei libri regalo di Ann Catanzaro cat fantasy story e l'autore di due racconti brevi collezioni. Ama ballare, stare fuori ogni volta che è possibile, leggere, giocare con i gatti, fare musica, fare e insegnare yoga e scrivere. Cat vive nei boschi, che adora tanto quanto il cioccolato fondente, e riceve regolarmente scatti di ispirazione insieme ai suoi doppi caffè espresso dalla città.