The Vet Is In: The Challenge of Feline Panleukopenia

Nota dell'editore:Hai visto la nuova rivista cartacea Catster nei negozi? O nella sala d'attesa dell'ufficio del tuo veterinario? Questo articolo è apparso nel nostro numero di gennaio / febbraio 2017.Clicca qui per iscriverti a Catstere ricevi la rivista bimestrale a casa tua.


I gatti sono suscettibili a una varietà di cattivi virali. Uno dei colpevoli più difficili è il virus che causa la panleucopenia felina (pronunciata 'pan-luke-oh-pee-nee-a'), una malattia virale altamente contagiosa causata da un parvovirus. La maggior parte delle persone considera erroneamente il parvovirus solo una malattia del cane; tuttavia, anche tutti i felini, così come i procioni, i visoni e le volpi, sono sensibili.

La panleucopenia a volte viene erroneamente definita 'cimurro felino', che probabilmente è iniziata perché alcuni dei sintomi sono simili a quelli dei cani con cimurro. Ma il virus che causa la cimurro canina è un virus completamente diverso che non è in alcun modo correlato al parvovirus che causa la panleucopenia felina.
Cosa vedrai I sintomi della panleucopenia sono simili a quelli dei cani con
parvovirus: febbre, vomito, diarrea (possibilmente sanguinolenta) e scarso appetito. I sintomi sono spiegati dalla propensione del virus ad attaccare le cellule del corpo che si stanno rapidamente dividendo, ovvero le cellule dell'apparato digerente e del midollo osseo.


Il danno indotto viralmente al tratto intestinale porta a vomito, diarrea e scarso appetito. L'infezione del midollo osseo compromette la sua capacità di produrre globuli bianchi, portando a un basso numero di globuli bianchi. Questo spiega il nome di
il disordine: in latino, 'pan' significa tutto; 'Leuko' significa bianco; e 'penia' significa 'importo ridotto'. I gatti con panleucopenia hanno un basso numero di tutti i tipi di globuli bianchi.

Come lo prende il tuo gatto

Si trasmette più comunemente quando un gatto vulnerabile entra in contatto con le feci, l'urina, il sangue o le secrezioni nasali di un gatto infetto. Oggetti contaminati come biancheria da letto, gabbie, scarpe, vestiti, mani e ciotole possono ospitare e trasmettere il virus. Può anche essere trasmesso dalla madre ai gattini in via di sviluppo nel suo utero.




Sebbene possa infettare i gatti di qualsiasi età, i gattini di età compresa tra 3 e 5 mesi sono particolarmente sensibili. Questi gattini manifestano spesso segni clinici gravi, come diarrea abbondante, vomito frequente, dolore addominale, febbre alta e letargia marcata. I proprietari dei gatti colpiti spesso riferiscono di aver trovato i loro gatti con la testa appesa al piatto dell'acqua. Con le loro piccole dimensioni corporee, i gattini possono rapidamente disidratarsi.


Una diagnosi presuntiva viene solitamente effettuata in base all'età e allo stato di vaccinazione del gatto e ai sintomi clinici. Poiché la panleucopenia è causata da un parvovirus, i test rapidi interni del parvovirus per cani rileveranno il virus anche nelle feci feline. Sebbene il test abbia alcune limitazioni nei gatti, consente il rilevamento interno immediato del virus in pochi minuti, confermando la diagnosi.

Cosa fare

Non ci sono farmaci che uccidono il virus. Il trattamento consiste in una terapia di supporto aggressiva con fluidi per via endovenosa, antibiotici, farmaci anti-nausea e sostentamento nutrizionale. Gattini o gatti gravemente colpiti potrebbero richiedere trasfusioni di plasma o sangue.


La prognosi per il recupero è riservata. I tassi di mortalità sono alti e la maggior parte dei gattini di età inferiore a 8 settimane non ce la fa. I gattini più grandi, se sopravvivono alle prime 48 ore di ricovero, possono sopravvivere.

I gattini che contraggono il virus in utero, se sopravvivono, possono nascere con un disturbo cerebrale chiamato ipoplasia cerebellare. Il cervelletto è responsabile dell'equilibrio e della coordinazione. Poiché questi gattini hanno un cervelletto sottosviluppato, attraversano la vita un po 'goffi e sgraziati, ma per il resto stanno bene. A causa della natura contagiosa della malattia, i gatti ospedalizzati devono essere rigorosamente isolati dagli altri gatti. Si ritiene che i gatti che guariscono dalla panleucopenia siano immuni dalla malattia per il resto della loro vita.


Non lasciare che accada

Il modo migliore per trattare qualsiasi problema è prevenirlo in primo luogo. Fortunatamente, la vaccinazione offre una protezione sicura ed efficace.

Inizialmente, i gattini ricevono l'immunità dagli anticorpi nel latte materno. Tuttavia, questa immunità dura solo poche settimane. Quando i livelli di anticorpi dei gattini diminuiscono, diventano vulnerabili alle infezioni. Per proteggere al meglio i gattini, dovrebbero essere vaccinati contro il virus. Il vaccino iniziale viene somministrato tra le 6 e le 8 settimane di età, successivamente ogni due o quattro settimane fino a circa 16 settimane di età.


La panleucopenia può essere una delle principali cause di mortalità nei gatti nei rifugi e nelle case di soccorso. Con rare eccezioni, tutti i felini in un allevamento o in un rifugio con più di 6 settimane di età dovrebbero essere vaccinati, indipendentemente dalle condizioni fisiche e dallo stato di gravidanza.

Il parvovirus che causa la panleucopenia nei gatti è altamente resistente ad alcuni disinfettanti e può sopravvivere nell'ambiente per diversi mesi. Ciò ha implicazioni significative nei rifugi e negli allevamenti che cercano di limitare la diffusione della malattia. I disinfettanti contenenti ipoclorito di sodio (candeggina) si sono dimostrati efficaci nell'uccidere il virus nell'ambiente.

Circa l'autore:Il dottor Arnold Plotnick è il fondatore diSpecialisti del gatto di Manhattan, uno studio veterinario esclusivo per i gatti nell'Upper West Side di Manhattan. È anche autore di The Original Cat Fancy Cat Bible. Il dottor Plotnick è l'ex editorialista di Ask the Veterinarian per la rivista CAT FANCY ed è un frequente collaboratore di pubblicazioni e siti Web felini, incluso il suo blog,Cat Man Do. Vive a New York City con i suoi gatti, Mittens e Crispy. SeguiteloFacebookeTwitter.