Il Ten Lives Club ha ospitato più di 20.000 gatti


Prima che Marie Edwards adottasse il suo gatto, Big Red, ha trascorso diverse settimane a dargli da mangiare nel suo cortile. Quando alla fine lo prese e lo portò dal veterinario, scoprì che il gattino era positivo alla FIV.

È rimasta scioccata dalla reazione del medico alla diagnosi di Big Red.


'Il veterinario aveva l'iniezione in mano proprio lì, e stava per metterlo giù', dice Edwards. 'Gli ho detto di restituirmi quel gatto e lui ha detto: 'Voi ragazze siete pazze. Non puoi salvare il mondo. 'Ma Big Red ha vissuto con noi per sei anni prima di morire.'

Oggi, Edwards è il proprietario e fondatore di Ten Lives Club, un'organizzazione no profit con sede a Blasdell, New York, che ha salvato e adottato più di 20.000 gatti dal 2001. Il gruppo ha due dipendenti a tempo pieno e 12 part-time, più di 175 volontari e 12 negozi dove vengono adottati i loro gatti. E grazie a Big Red, il salvataggio non ha scrupoli ad accogliere gatti che sono positivi alla FIV.


'Non è contagioso e non è mortale', dice Edwards. 'Non c'è niente di diverso tra FIV e altri gatti che ho visto nei miei 15 anni.'



Dall'inizio del Ten Lives Club, il salvataggio è cresciuto 'a passi da gigante', afferma Edwards. Tutto secondo i piani: fin dall'inizio, Edwards voleva creare 'una grande, grande organizzazione', ma non è stato facile. I primi alloggi del soccorso furono nel garage di Edwards, dove suo marito costruì una piccola struttura per ospitare i gatti. Per i primi quattro anni, Edwards ha lavorato apparentemente senza sosta, adottando oltre 3.000 gatti.


'Era quasi come 24 ore su 24, 7 giorni su 7', dice Edwards. 'Ha messo a dura prova il mio matrimonio e la mia famiglia, con volontari che entravano e uscivano e persone che bussavano alla nostra porta e ci chiedevano dove fossero gli asciugamani di carta e cose del genere'.

Oggi, Edwards è molto soddisfatto della sede permanente del Ten Lives Club, dove fanno di tutto, dagli interventi chirurgici alle adozioni in loco. Il salvataggio fatica ancora a competere con organizzazioni più grandi come la Humane Society e l'ASPCA per le donazioni, ma Edwards lavora duramente per sensibilizzare il gruppo. Sa che senza Ten Lives Club, migliaia di gatti nell'area di Buffalo finirebbero per essere soppressi.


'In questo momento abbiamo i nostri numeri pronti da gennaio a settembre, e solo quest'anno abbiamo accolto 1.163 gatti', dice. 'Saremo oltre 1.600 entro la fine dell'anno. Senza di noi, dove sarebbero andati quei gatti? Non c'è nessun altro gruppo in grado di assorbirli. Dove si sarebbero rivolti? '

È un bene che il Ten Lives Club fosse lì quando il gatto Boston è stato salvato tre anni fa. Il bel gatto grigio e bianco è stato catturato in una trappola illegale, una storia che ha attirato l'attenzione nazionale e ha reso le persone consapevoli delle pratiche di cattura illegale nello Stato di New York. Dopo essere stata rimessa in salute al Ten Lives Club, Boston è stata adottata da una famiglia amorevole.


C'era anche il Ten Lives Club quando gli operatori sanitari hanno trovato diversi gattini, di poche ore, gettati in un cassonetto. Poi c'è stata la volta in cui un volontario del Ten Lives Club ha scoperto una mamma gatta e diversi gattini fissati con del nastro adesivo all'interno di una scatola mentre si stava preparando per una raccolta fondi per la vendita in garage. Alla fine tutti trovarono una casa, compresa la madre.

'Era agosto, quando faceva un caldo soffocante', dice Edwards. “Il volontario è entrato nel rifugio e ha aperto la scatola con un coltello, e sono saltati fuori la mamma gatta ei suoi gattini. Se non avesse aperto quella scatola, l'avremmo messa nel mucchio di centinaia di scatole di roba da svendita. '


Edwards è in grado di operare su così vasta scala in gran parte grazie agli sforzi dei volontari. Dal momento che non ha molti membri del personale retribuiti, afferma di indossare molti cappelli.

'Qualcuno dirà: 'Fallo fare al tuo reparto marketing', e io dico, indosso il cappello del marketing, il cappello della contabilità, il cappello della raccolta fondi ... Indosso tutti i cappelli.'

Ecco perché collabora con molte organizzazioni all'interno della comunità per garantire che i gatti nel rifugio ricevano ampia socializzazione e attenzione. Girl Scout, Boy Scout, gruppi che servono persone con disabilità, anziani e chiunque abbia bisogno di ore di servizio alla comunità possono essere trovati a passare del tempo con i gatti al rifugio. Edwards dice che tutti sono i benvenuti.

'Non diciamo mai di no a nessuno che vuole aiutare', dice. “Qualcuno mi ha detto che nessuno avrebbe permesso a sua nipote di 15 anni di fare volontariato. Ma qui diamo il benvenuto ai quindicenni. Sono i primi a entrare il sabato e pulire, spazzolare i gatti e lavare i piatti. Sono preziose, sono mani in più '.

Controlla il sito web del Ten Lives Club e la pagina Facebook.

Ulteriori informazioni su Catster Heroes:

  • Tabby's Place dà speranza ai gatti positivi alla FIV
  • Compassion Without Borders mira a fornire assistenza veterinaria di base alle popolazioni a basso reddito
  • Helping Hands offre interventi chirurgici veterinari a basso costo per prevenire “l'eutanasia economica'

A proposito di Angela:Questa gattara per niente pazza ama arrotolare i pelucchi del suo vestito preferito e uscire a ballare. Frequenta anche la palestra, il caffè vegano e la calda macchia di sole sul pavimento del soggiorno. Le piace una bella storia di salvataggio di gatti sulla gentilezza e la decenza che superano le probabilità, ed è un'entusiasta ricevente di testate e fusa dai suoi due gatti, Bubba Lee Kinsey e Phoenix.