Parliamo: perché sei grato per i gatti nella tua vita?

Immagina questo: due splendidi gatti del Bengala sfilano su e giù per una stanza di circa 100 persone amanti dei gatti che dividono la loro attenzione tra una straordinaria dimostrazione di addestramento dei gatti e, beh, i gatti stessi. Le mani si abbassano. Un sussurro di affetto crea un sottotesto uditivo alla voce del sistema audio. Tutti vogliono i gatti. Una donna, che indossa orecchie di pelliccia sintetica e stampa leopardata, lascia la sua sedia per incontrare un Bengala all'altezza degli occhi, sul pavimento, nel corridoio. Vince: il gatto rimane con lei per ricevere le coccole per un minuto o più, finché non viene richiamato alla dimostrazione. Invidiamo tutti la donna. Vorremmo avere la sua astuzia, il suo tempismo. Vorremmo che il gatto avesse scelto noi.


Questa stessa scena si è svolta alla Conferenza della Cat Writers Association del 2012 a Los Angeles. Il sociologo da poltrona che è in me era elettrizzato dallo spettacolo del comportamento felino e umano in mostra. Dimostra una verità sulle persone che amano i gatti, che siamo ansiosi di mostrare i nostri sentimenti e la nostra conoscenza sui gatti. Vogliamo coinvolgere i gatti e il mondo. Così è stato quando ho chiesto a collaboratori e membri dello staff di Catster di raccontare al mondo (in poche parole e una singola foto) cosa fanno i gatti per loro. Vedi, stiamo osservando la Giornata mondiale della gratitudine, che è domenica (21 settembre). Una volta che ho chiesto, il coro di 'Count me in!' sarebbe stato assordante se fosse stato consegnato tramite voce anziché e-mail.

Così. Perché siamo grati per i gatti nelle nostre vite? Ecco perché.


Sono un grande prosciutto, quindi vado per primo.

Keith Bowers, Cat Dandy e Catster Senior Editor

Thomas, sei il primo gatto che io abbia mai considerato mio amico. Alcuni giorni prima di una vacanza o di un viaggio di lavoro, sento lo strattone preventivo nel petto della tua mancanza. Il tuo è il miagolio più brutto mai registrato, eppure quando sono sveglio nel cuore della notte, leggendo o scrivendo, incapace di dormire, tu ti siedi con me in silenzio sulla nostra grande sedia rossa. La nostra relazione non è perfetta, ma si rafforza man mano che impariamo gli uni dagli altri e continuiamo a lavorarci su.




Mi mostri i misteri dell'universo attraverso i tuoi bellissimi occhi. Mi fai ridere ogni giorno. Grazie, Thomas, mio ​​bel ragazzo.


JaneA Kelley, scrittrice collaboratrice di Catster

C'è un gatto di cui non scrivo molto, ma merita assolutamente un grido. Ho adottato la mia dolce bambina, Belladonna Moonshadow Kelley, nel gennaio 2013. Dopo un anno davvero tragico con la morte di due gatti in meno di sei mesi, il mio dolore irrisolto si era trasformato in una vera e propria depressione.


Ma Bella, con le sue buffonate buffonate, mi ha riportato in vita e ha messo un sorriso sul mio viso per la prima volta da molto tempo. Dio ti benedica, Bella!

Heather Marcoux, scrittore collaboratore di Catster

Ogni mattina, dopo che Ghost Cat e Spectre fanno colazione, vengono a trovarmi. Mi piace dormire fino a tardi, ma in qualche modo Ghosty e il suo piccolo aiutante mi convincono ad alzarmi e unirmi al mondo.


I loro piccoli miagolii mattutini portano tanta gioia nel mio cuore e sono così grata di poter dare loro amore e sicurezza. Sono le sveglie più carine che abbia mai avuto, e grazie a loro ora sono abile nel preparare il caffè con un gatto su ogni spalla.


Vicky Walker, caporedattore di Catster

Proprio come la nostra collaboratrice abituale Louise Hung, sono affascinata dalle cose che vanno a sbattere di notte così come dalle creature fortiane come i licantropi e i gusci neri.

Quindi sono profondamente grato a tutti i miei gatti, passati e presenti, e ai miei due attuali, Ambrose Hoffman e Gentleman Jim, per aver fornito una confortante presenza pelosa alle 3 del mattino quando non riesco a dormire perché ho letto troppi libri su raccapriccianti fenomeni soprannaturali.

Louise Hung, scrittrice collaboratrice di Catster

Senza i miei gatti sarei una palla irritabile di ansia. Nei miei giorni più bui, i miei gatti sono il mio rivestimento d'argento. Brandy deve solo fare la sua 'impressione da cimice' o sorridermi ammiccante, e nonostante quanto possa sentirmi giù o nervoso, il suo affetto e la sua sincera stupidità mi ricordano di non rimanere impantanato nel fango della vita.

Quando la vita si fa dura, il mio mantra è spesso: 'Guarda il gattino, guarda il gattino'.

Michael Leaverton, umorista di Catster, scrittore ed editore

Cinque anni dopo aver portato a casa il nostro gatto, io e mia moglie abbiamo iniziato a portare i bambini a casa, e sono grato che il mio gatto non lo tenga contro di me.

Quando i bambini dormono e la costa è sgombra, è allora che lei esce e ribadisce la sua pretesa, entrando per le testate e stendendosi sul pavimento, comportandosi come se fossimo di nuovo solo noi tre e non cinque. Siamo vecchi amici la sera, ricordando i giorni più giovani. Poi miagola incessantemente per cena.

Angela Lutz, scrittrice collaboratrice di Catster

Sono grato per i miei due gatti, Bubba Lee Kinsey e Phoenix, perché sono creature magiche. A volte penso che siano alieni di un altro pianeta che sono stati inviati sulla Terra appositamente per rendermi felice.

Quando la routine quotidiana minaccia di schiacciarmi, i miei gattini sono sempre lì, seduti sulle mie ginocchia e fanno le fusa, facendo sparire le mie preoccupazioni. In questo modo, i miei gatti che fanno le fusa sono come piccoli maghi vibranti.

Lori Malm, Community Manager di Catster

Ho iniziato a dar da mangiare a Cow, un gatto selvatico del Golden Gate Park, circa cinque anni fa, dopo averlo trovato in casa a mangiare il cibo del cane. A quel tempo, avevo un Basset Hound cieco di nome Lucy, e lei e Cow divennero subito amiche. Dopo la morte di Lucy, ho adottato un pechinese anziano con un occhio solo di nome Beasley. La mucca divenne ossessionata da lei e dovetti comprare un letto più grande in modo che potessero dormire insieme.

Sono grato a Cow per essere stato un così buon amico per i miei cani, presentarsi ogni giorno a miagolare con me per il cibo e per essere un ottimo esempio del programma TNR della SFSPCA al Golden Gate Park.

Angie Bailey, scrittrice collaboratrice di Catster e superstar a tutto tondo

I miei gatti mi portano innumerevoli sorrisi, e questo è solo uno dei motivi per cui sono deliziosamente grato per i loro culi pelosi. Sono piccoli comici e non hanno assolutamente idea di intrattenermi costantemente. Quando sono di cattivo umore e trovo i miei gatti che si sparano a vicenda sguardi esilaranti gelosi sulla 'proprietà' di una scatola di cartone, come potrei non riprendermi per completare la gioia? Grazie, gatti!

Kezia Willingham, scrittrice collaboratrice di Catster

Sono grato ai gatti della mia vita per avermi aiutato a diventare una persona migliore, per il loro amore e per avermi messo in contatto con la comunità di soccorso.

Come sei grato per i gatti nella tua vita? O i gatti in generale? Fateci sapere nei commenti.