Comunque, cosa vedono i gatti?

Da quando gli scienziati studiano i gatti, hanno lanciato teorie sulla visione felina. Alcuni erano semplicemente sciocchi, come 'i gatti sono completamente daltonici e vedono solo in bianco e nero', e altri erano incompleti, basati solo su una parte dell'anatomia dell'occhio di un gatto. Recentemente, il fotografo Nickolay Lamm si è consultato con Kerry L. Ketring, DVM, DACVO, di All Animal Eye Clinic; Dr. DJ Haeussler dell'Animal Eye Institute; e il gruppo di oftalmologia presso Penn Vet e mettere insieme alcune immagini per mostrarci cosa significa quella ricerca. In queste immagini, che Lamm ha recentemente pubblicato nel suo blog, la visione umana è rappresentata dalla foto in alto e la visione del gatto da quella inferiore.


1. I gatti hanno un campo visivo più ampio degli umani.

Un essere umano con una vista normale può vedere a circa 180 gradi. I gatti, invece, hanno un campo visivo di 200 gradi. Le aree nere nelle foto in alto indicano la differenza nel campo visivo.


2. I gatti hanno anche una migliore visione periferica.

Noi umani abbiamo un campo visivo più ristretto e vediamo meno chiaramente ai bordi del nostro campo visivo di quanto non riescano i gatti.


3. I gatti possono vedere molto meglio in condizioni di scarsa illuminazione.

I gatti hanno molti più bastoncelli (recettori della luce) nelle loro retine rispetto agli umani. Aggiungete a ciò le loro dimensioni degli occhi relativamente grandi e lo strato riflettente che fa brillare gli occhi dei felini blu o verdi nell'oscurità, e avrete una ricetta per una buona visione notturna.




4. I gatti sono miopi.

Ho sempre pensato che i gatti fossero ipermetropi a causa della forma della lente dei loro occhi, ma a quanto pare la loro visione a distanza è compresa tra 20/100 e 20/200. Cioè, ciò che possiamo vedere chiaramente da 100 a 200 piedi, un gatto può vedere chiaramente solo a 20 piedi. Sento il tuo dolore, micio! Ahimè, non producono occhiali per gatti.


5. La visione dei colori dei gatti è meno ricca di quella degli esseri umani.

Poiché noi umani abbiamo tre tipi di recettori del colore nei nostri occhi, siamo in grado di vedere una tavolozza ricca e molto varia. I gatti, invece, sono in grado di percepire colori nella gamma blu-viola e verde-giallo. Ma anche in quella gamma di colori, poiché hanno meno recettori del colore, i colori che vedono non sono così brillanti come i colori che vediamo.


6. La visione dei colori dei gatti è più complessa di quanto pensassimo.

Inizialmente si pensava che i gatti fossero dicromatici, ovvero potevano rilevare solo due tipi di colori, ma una nuova ricerca suggerisce il contrario. I gatti possono avere un terzo tipo di recettore che raggiunge il picco nell'area verde dello spettro dei colori. Ciò significherebbe che, a differenza dei cani, i gatti possono percepire una certa intensità di verde.


Cosa pensi? La tua esperienza da gattino ti porta a pensare che questo sia accurato o forse non così tanto? Audio disattivato nei commenti.

(Immagini di Nickolay Lamm, utilizzate con il permesso dell'artista)

Informazioni su JaneA Kelley:Mamma gatta punk-rock, nerd della scienza, volontaria in un rifugio per animali, cat sitter professionista e geek a tutto tondo con la passione per i giochi di parole, le conversazioni intelligenti e i giochi di ruolo d'avventura. Con gratitudine e grazia accetta il suo status di principale schiava dei gatti per la sua famiglia di blogger felini, che dal 2003 scrivono il loro pluripremiato blog di consigli sui gatti, Paws and Effect.