Se il tuo animale domestico diventa cieco, non uscire con l'ago dell'eutanasia

Quando ci siamo diplomati alla scuola di veterinaria, i miei compagni di classe e io ci siamo alzati per prestare il giuramento del veterinario. Per quanto ricordo, conteneva alcune frasi sulla protezione della sicurezza alimentare e della salute pubblica. Ma il nocciolo del giuramento, mentre lo applico alla mia vita quotidiana, si riduce a questo: è mio dovere cercare di guarire gli animali, prevenire la sofferenza degli animali e agire sempre nel migliore interesse dei miei pazienti. Ho cercato di vivere secondo questi principi per tutta la mia carriera, perché altrimenti non sarei in grado di dormire la notte. (Anche se ora rileggo il giuramento, vedo che la guarigione degli animali è appena menzionata e che agire nel migliore interesse degli animali non è affatto coperto. Non importa, continuerò a vivere secondo la mia interpretazione.)


Lori and Lucy

L'eutanasia è, in alcuni tristi casi, l'unico modo per alleviare la sofferenza degli animali e agire nel migliore interesse del paziente. Tuttavia, ci sono alcune situazioni in cui i proprietari credono che sia necessaria l'eutanasia e io sono fortemente in disaccordo. La cecità è una di quelle condizioni.


Inizia con questo: la maggior parte degli animali domestici 'ciechi' ha effettivamente qualche funzione visiva. I cani ei gatti più anziani possono avere una significativa perdita della vista, ma spesso hanno una capacità visiva residua sufficiente per funzionare normalmente, sebbene possano avere difficoltà a camminare senza guida al buio.

Tuttavia, anche animali completamente ciechi possono condurre una vita di alta qualità. E perché non dovrebbero? Gli esseri umani senza visione sono in grado di condurre esistenze ricche e appaganti, e la visione è il nostro senso numero uno. Gli animali domestici si affidano prima di tutto al naso; la vista è al secondo posto.


La cecità completa si verifica nei cani più frequentemente a causa del glaucoma che danneggia irreversibilmente la retina, la parte dell'occhio che percepisce effettivamente la luce. Può essere doloroso e molti cani richiedono la rimozione di entrambi gli occhi per alleviare il dolore. La cecità completa nei gatti si verifica più spesso a causa dell'ipertensione che causa il distacco della retina dalla superficie dell'occhio. Questo può essere invertito se viene preso e trattato precocemente; in caso contrario, può portare alla cecità permanente.



I proprietari di animali che improvvisamente diventano ciechi spesso inizialmente hanno difficoltà a immaginare il loro animale domestico che conduce una buona vita. Ma presto scoprono che la cecità non rappresenta una sfida insormontabile. Gli animali ciechi generalmente memorizzano la disposizione delle loro abitazioni e raramente si imbattono in muri o mobili a meno che la casa non venga riorganizzata.


I cani ciechi dovrebbero essere accompagnati da un proprietario durante le passeggiate. I gatti ciechi non dovrebbero essere ammessi fuori (anche se a mio parere, nemmeno i gatti vedenti dovrebbero essere ammessi). A nessun animale cieco dovrebbe essere consentito avvicinarsi a scogliere o finestre aperte o in altre circostanze ovviamente pericolose. Gli animali ciechi dovrebbero essere avvicinati con cautela perché potrebbero essere più facili da spaventare rispetto ai loro fratelli vedenti. E, per quanto riguarda la cura speciale, questo è tutto.

Cindy and Mia


Gli animali ciechi sono nella mia mente a causa di Nikko, un cane che ho curato poche settimane fa. Quando ho incontrato Nikko per la prima volta (era stato ricoverato in ospedale da un altro medico; ho preso in carico le sue cure quando sono arrivato in servizio), mi è stato consigliato da un segnale durante la sua corsa che era cieco, quindi ho pensato che avesse una vista debole a causa dell'invecchiamento. Mi sono avvicinato con attenzione, ho chiamato il suo nome per fargli sapere che stavo correndo, e poi l'ho valutato. Era completamente cieco: entrambi gli occhi erano stati rimossi chirurgicamente. E stava decisamente soffrendo, ma non perché fosse cieco. Stava soffrendo perché era affetto da un furioso caso di gastroenterite emorragica (grave disturbo gastrointestinale che portava a diarrea abbondantemente sanguinante).

Nelle 24 ore successive, con liquidi IV, antidolorifici, antibiotici e farmaci per la protezione gastrointestinale, le condizioni di Nikko sono migliorate notevolmente. Una molla è entrata nel suo passo quando è stato portato a passeggio (e sì, è stato portato a spasso normalmente, come ogni altro cane in ospedale). Il suo appetito tornò. Il vomito e la diarrea cessarono. Era un cane amichevole, vivace, dolce e adorabile. Tornò a casa alla sua vita normale e di alta qualità.


Se il tuo animale domestico diventa cieco, non disperare. Una buona qualità della vita non solo è possibile, ma è quasi certa.