Come abbattere la febbre di un gatto

Quando Peggy Lee ha cantato: 'La febbre non è una cosa così nuova, la febbre è iniziata molto tempo fa', non stava scherzando. Dall'inizio della storia documentata, la febbre è stata un segno distintivo della malattia.


La temperatura corporea è regolata da una struttura nel cervello chiamata ipotalamo. Controlla il 'set point termico' del corpo in modo molto simile a un termostato. Quando la temperatura corporea cambia, l'ipotalamo lavora per riportare le cose alla normalità. Ad esempio, se la nostra temperatura corporea inizia a scendere, l'ipotalamo ci induce a iniziare a tremare, in modo da produrre più calore. Se la temperatura corporea diventa troppo alta, l'ipotalamo ci istruisce a sudare e ansimare, per aiutare a dissipare il calore. Ciò mantiene efficacemente la nostra temperatura interna a livelli quasi normali.

La febbre è definita come un aumento della temperatura corporea dovuto a una malattia. È un disturbo della termoregolazione in cui l'ipotalamo alza deliberatamente il termostato, riportando il setpoint termico a un livello più alto, in modo che il corpo cerchi attivamente di aumentare la sua temperatura.


È una febbre?

La normale temperatura corporea felina è superiore a quella degli esseri umani, in genere compresa tra 100 e 102 gradi Fahrenheit. Poiché l'eccitazione può aumentare un po 'la temperatura corporea, allento un po' i gattini nervosi nella mia stanza degli esami e li lascio fino a 102,9. Se arriva a 103, la considero una vera febbre.

La febbre ci fa sentire insensati e il nostro primo istinto è cercare di spezzare la febbre. Per i felini febbrili, tuttavia, l'obiettivo è trovare il motivo della febbre. Tieni presente che la febbre è un sintomo, non una malattia. È una risposta sana e appropriata alla minaccia di una malattia e può effettivamente essere utile. La febbre riduce il tasso di divisione dei batteri e migliora la risposta del sistema immunitario del corpo. Nonostante il loro ruolo positivo, la febbre fa sentire i gatti schifosi come fanno nelle persone, e la maggior parte dei gatti con febbre diventa letargica e ritirata e spesso si rifiuta di mangiare.


Relazionato: il mio gatto ha la febbre?



A volte la causa della febbre di un gatto è ovvia. Ad esempio, gli ascessi da morso di gatto sono comuni, specialmente nei gatti con accesso all'aperto. Molti gatti colpiti avranno prove visibili dell'ascesso all'esame e il trattamento dell'ascesso con punture, vampate di calore e somministrazione di antibiotici di solito fa sì che la febbre si risolva rapidamente.


In molti casi, tuttavia, la causa della febbre non è sempre evidente. Chiamiamo questo scenario febbre di origine sconosciuta (FUO). Nella medicina umana, il termine febbre di origine sconosciuta ha una definizione rigorosa: una malattia di durata superiore a 3 settimane con una temperatura superiore a 101 gradi Fahrenheit in diverse occasioni dopo una settimana di ricovero e valutazione. Sebbene non esista una definizione accettata in medicina veterinaria, il termine è usato liberamente per descrivere una febbre che non si risolve spontaneamente, che non risponde alla terapia antibiotica e per la quale la diagnosi rimane un mistero dopo un lavoro diagnostico iniziale. I gatti con FUO in genere hanno una temperatura corporea compresa tra 103 e 106 Fahrenheit.

Diagnosi

Capire la causa della febbre può essere una sfida diagnostica. Una storia medica approfondita può offrire al veterinario alcuni indizi sull'origine della febbre. Le informazioni storiche che dovrebbero essere accertate includono lo stato di vaccinazione del gatto, la recente somministrazione di farmaci, se il gatto ha viaggiato di recente (nazionale o internazionale) e se c'è stata una potenziale esposizione ad agenti infettivi (una mostra di gatti o un canile, per esempio).


Un esame fisico approfondito è di fondamentale importanza per indagare sulla febbre nei gatti. Ogni apparato corporeo deve essere meticolosamente valutato, con particolare attenzione alla valutazione dei linfonodi per ingrossamento e del cavo orale per ascessi dentali. La diagnostica di laboratorio iniziale dovrebbe includere un esame emocromocitometrico completo, un pannello di biochimica sierica, analisi delle urine, urinocoltura, test del virus della leucemia felina (FeLV) e test del virus dell'immunodeficienza felina (FIV).

In molti casi, la storia, l'esame fisico e gli esami diagnostici iniziali rivelano la causa della febbre. In caso contrario, la maggior parte dei veterinari ritiene ragionevole trattare con antibiotici una presunta infezione batterica.


Se non viene rilevata alcuna causa di febbre o se la febbre persiste nonostante la terapia antibiotica, sono necessari ulteriori test diagnostici. Nel 10-15% dei casi FUO, una causa non viene mai scoperta. Come puoi immaginare, ho scoperto che FUO è tra le situazioni diagnostiche più impegnative che ho dovuto affrontare come praticante felino.

Trattamento

La gestione dei gatti con FUO si basa sulla ricerca e sul trattamento della causa definitiva della febbre. Sebbene gli antipiretici - farmaci che abbassano la febbre - siano somministrati alle persone nelle prime fasi del decorso della febbre, in genere non sono consigliati nei gatti.


I proprietari di gatti non dovrebbero mai tentare di curare la febbre del loro gatto a casa. I farmaci che gli esseri umani di solito assumono per la febbre, come il paracetamolo (Tylenol), l'ibuprofene e l'aspirina possono avere effetti collaterali dannosi e talvolta fatali.

I gatti con febbre spesso hanno uno scarso appetito e la disidratazione è una preoccupazione perché la febbre aumenta il fabbisogno di liquidi di un gatto. Il consiglio medico comune di 'riposarsi molto e bere molti liquidi' non è facilmente applicabile ai gatti. Alcuni gatti con FUO possono trarre beneficio dal ricovero in ospedale, dalla terapia con liquidi per via endovenosa e antibiotici e da un supporto nutrizionale aggressivo fino a quando non viene scoperta una causa della febbre o la febbre si risolve da sola.

La febbre è un sintomo comune di malattia nei gatti. La prognosi per il recupero dipende dalla causa. In caso di infezioni o malattie minori (ascessi, infezioni delle vie respiratorie superiori), il trattamento della malattia risolve la febbre. Per una malattia sottostante più grave, il recupero può richiedere più tempo e un trattamento più intenso.

Foto in alto: SeventyFour | Getty Images