I miei gatti vogliono che faccia yoga?

Sono un'insegnante e praticante di yoga. Ho una pratica yoga quotidiana. 'Pratica' significa semplicemente che ho stabilito lo yoga nella mia vita come un'attività regolare che non vedo l'ora di fare. E indovina cosa? Così fanno i miei gatti.


Una pratica yoga potrebbe includere un numero qualsiasi di cose: posture, respirazione, meditazione, persino la pratica di certe etiche come la nonviolenza. La mia pratica yoga quotidiana di solito include posture, respirazione e meditazione. Ma ultimamente sembra che i miei gatti non vogliano che faccia yoga. O forse vogliono solo entrare in scena e nel frattempo insegnarmi un po 'di saggezza. Diciamo che per quanto riguarda l'insegnamento della saggezza, non sarebbe la prima volta.






Marjariasana, una posizione nello yoga, è anche chiamata cat tilt (o cat / cow) da Shutterstock.com


Ecco cosa intendo.

1. La mia pratica yoga con le posture


Le posizioni yoga vengono solitamente eseguite su un tappetino 'appiccicoso' e questi tappetini sembrano attirare i gatti senza fallo. Penso che i miei gatti adorino la leggera morbidezza schiumosa di un tappetino da yoga, qualcosa in cui possono affondare gli artigli. Agisce anche come uno spazio definibile sul pavimento e molti di noi sanno che i gatti sembrano amare quegli spazi definibili (pensa a piccoli tappeti, scatole o tappetini per lo yoga).

Grazie al cielo sono abbastanza consapevole del corpo. Altrimenti, potrei ferirmi quando faccio yoga. Perché? I gatti sono sempre sul materassino, e devo continuare a contorcermi le pose solo per andare avanti. Molte delle pose sono in piedi che richiedono che i piedi siano sul tappeto in determinati punti. Ma abbastanza spesso, c'è un gatto esattamente dove deve andare un piede. I gatti hanno la straordinaria capacità di vedere nel futuro quando si tratta di questo. Spesso finisco per riadattare entrambi i piedi. A volte un piede deve staccarsi dal tappeto; a volte entrambi i piedi sono a malapena sul tappeto.




Norton ama il tappetino da yoga per tutti i tipi di motivi.

Perché non sposto semplicemente il gatto? Credo di essere troppo gentile. E mi piace la loro presenza. Mi piace fare yoga con loro nelle vicinanze.

Passando a un pensiero più profondo, forse i gatti mi stanno dando una lezione non così sottile sul non attaccamento (chiamato anche non possessività; un'altra dell'etica dello yoga). La loro presenza sulla mia stuoia mi costringe a non affezionarmi troppo a nessun modo di fare le cose, e a rimanere aperto al presente e alle possibilità. Ti ho detto che erano i miei insegnanti.

2. Il mio respiro

In realtà, ci sono pochissimi modi in cui i miei gatti possono interferire con la mia respirazione nella pratica dello yoga. Suppongo che se finissi una pratica in posa di rilassamento e un gatto molto pesante si sedesse sul mio petto, potrebbe compromettere la mia respirazione. Il mio gatto più pesante è Rama, ma non è molto adatto a coprirsi con me in quel modo. Comunque non sono sicuro che sarebbe abbastanza pesante.


Ottimo per fare yoga, ottimo per scavare, va tutto bene.

3. La mia meditazione

Proprio come un tappetino da yoga, la mia meditazione seduta sembra attirare i gatti dentro di me. Mi siedo a gambe incrociate sul pavimento, a volte seduto su un cuscino sottile per facilitare una colonna vertebrale dritta (importante per la meditazione). Spesso, è questione di pochi istanti prima che un gatto si avvicini di soppiatto e mi si trascini in grembo. I gatti che lo fanno sono di solito Kieran e Jamie. Questo è particolarmente speciale nel caso di Jamie, perché normalmente non è una gran gattina. Mi chiedo se ci sia qualcosa nella quiete centratura della meditazione che i gatti raccolgono.

Penso che i miei gatti vogliano che mediti, perché una volta in grembo, non si muovono. Probabilmente potrei meditare per due ore senza che un gatto si muova, e questo sarebbe un risultato. (Penso che il periodo più lungo in cui sono stato seduto in meditazione sia da 45 minuti a un'ora). Dato che (di nuovo) non ho il coraggio di muovere il gatto, mi godo invece la loro presenza. Forse mi stanno incoraggiando a meditare per periodi di tempo sempre più lunghi - non è una brutta cosa! Essendo un essere umano pigro, sono incline a fare una meditazione di cinque o 10 minuti e lo chiamo buono. Con il mio saggio insegnante in grembo, tuttavia, sono costretto a stare seduto per periodi di tempo sempre più lunghi.


Inizio della mia meditazione: i gatti si affinano velocemente.

Quando ho pensato per la prima volta a come i miei gatti si intersecano con la mia pratica yoga, sembrava come se stessero interferendo con essa. Ma quando lo capovolgo, mi rendo conto che in realtà mi stanno aiutando a praticare lo yoga, aiutandomi ad essere meno attaccato al risultato, a rimanere nel momento, ad apprezzare ed essere pronto per i loro doni unici.

Fai yoga? Il tuo gatto aiuta o ostacola la tua pratica? Diteci nei commenti.

Altro di Catherine Holm:

  • 6 massicce lezioni di vita che i miei gatti mi hanno insegnato senza provare
  • Hai un gatto in velcro? Ecco 7 modi per dirlo
  • Come capire se il tuo gatto è un micromanager
  • 9 gesti di gatto che mi uccidono con dolcezza OGNI volta

Informazioni su Catherine Holm:Detto che è divertente ma non lo sa, accusata di essere una truffatrice involontaria da suo marito, tranquilla, con frequenti scoppi improvvisi di vivacità danzante, Cat Holm ama scrivere, lavorare per e vivere con i gatti. È autrice di The Great Purr, il libro di memorie sul tema dei gatti Driving with Cats: Ours for a Short Time, creatrice dei libri di racconti fantasy sui gatti di Ann Catanzaro e autrice di due raccolte di racconti. Ama ballare, stare fuori ogni volta che è possibile, leggere, giocare con i gatti, fare musica, fare e insegnare yoga e scrivere. Cat vive nei boschi, che ama tanto quanto il cioccolato fondente, e riceve regolarmente scatti di ispirazione insieme ai suoi doppi caffè espresso dalla città.