Case di campagna per gatti selvatici

In generale, è meglio lasciare una colonia di gatti selvatici dove si trovano, usando trappola-neutro-ritorno per controllare la popolazione. Ma a volte non è possibile. Che si tratti di un nuovo sviluppo che distrugge un luogo in cui vivono i gatti della comunità, di un vicino ostile che fa del male ai gatti o di una situazione di accaparramento in cui c'è un numero enorme di gatti scarsamente socializzati, a volte una colonia deve solo essere spostata. È qui che entra in gioco Barn Cats, Inc. (BCI).


Con sede a Lewisville, in Texas, BCI trova case rurali per gatti selvatici le cui colonie vengono spostate. L'organizzazione lavora in un'area di 37 contee nel nord del Texas e in cinque contee nell'Oklahoma meridionale, trasferendo gatti che hanno bisogno di nuove case sicure. Da quando l'organizzazione si è formata più di 16 anni fa, ha trovato case rurali per più di 8.000 gatti della comunità.

Come tutto è cominciato

'Facevo solo adozioni regolari con un gruppo e qualcuno mi ha chiesto se potevamo trovare un alloggio per alcuni gatti in un quartiere', dice il direttore esecutivo di BCI Peggy Atkerson. Una gatta incinta si era presentata in un centro per anziani a Lewisville e aveva una cucciolata di gattini. Quando Peggy è andata a controllare la situazione, ha scoperto che mentre i gattini erano abbastanza giovani e socializzati da essere messi nelle case, la madre gatta era praticamente selvaggia. 'Abbiamo scritto un articolo [sui gatti] nel nostro giornale locale di una piccola città, e tre o quattro persone con fienili si sono offerte volontarie' per prendere la mamma gatta, dice. 'Poi un gruppo nella zona di Dallas ha chiesto aiuto per posizionare i gatti selvatici.'


Divenne subito chiaro che c'era bisogno di un'organizzazione che potesse trovare case per gatti selvatici che non potevano rimanere dove si trovavano. Peggy ha formato una società 501 (c) (3) in modo da poter raccogliere fondi in modo più efficace, e Barn Cats, Inc., è nata.

Come funziona

'La gente ci chiama per richiedere i gatti', dice Peggy. 'Hanno bisogno di gatti per controllare i ratti o altri predatori come i serpenti.'


Peggy teneva 18 grandi gabbie nella sua casa come luogo per tenere i gatti selvatici che dovevano essere trasferiti. 'La gente mi chiamava [per i gatti che hanno bisogno di essere sistemati] e io dicevo: 'Ho tre gabbie aperte', e inizieremmo da lì' con lo sforzo di salvataggio e trasferimento.



Se i gatti venivano affidati a Peggy insieme, se ne andavano insieme. E quando i rifugi chiamavano chiedendo il trasferimento di gatti selvatici, “chiedevo da dove venivano in città e se provenivano dallo stesso posto. Se lo facessero, usciranno insieme; in caso contrario, sarebbero stati collocati con gatti dello stesso temperamento e taglia ', dice Peggy.


Prima di essere collocati nei fienili, BCI richiede che i gatti vengano sterilizzati o castrati, vaccinati contro la rabbia e la tempera e testati per il virus dell'immunodeficienza felina e la leucemia felina.

Ogni volta che i gatti selvatici vengono collocati in una nuova posizione della stalla, hanno un periodo di trasferimento di due settimane, vivendo in grandi gabbie nelle loro nuove case di stalla mentre i custodi forniscono loro cibo e acqua. Dopo la scadenza del periodo di due settimane, i gatti sono generalmente orientati verso la loro nuova casa e non è probabile che scappino dove vivevano, quindi possono iniziare a vagare per la proprietà.


'Incoraggiamo sempre le persone a prenderne almeno tre', spiega Peggy. 'Se ne prendi uno e ne perdi uno, hai zero; se ne hai due e uno scappa, ne hai solo uno. Se hai tre gatti e uno scappa, ne hai ancora due, quindi sembra che funzioni meglio. '

Considerazioni sulla sicurezza

Esistono due tipi di gatti che BCI non colloca mai nei fienili: gatti bianchi e gatti di età inferiore agli 8 mesi. 'I gatti più piccoli vengono portati via dai predatori', spiega. 'I gatti completamente bianchi riflettono la luce della luna e sono un bersaglio dei coyote.'


BCI ha collocato gatti selvatici in pollai, magazzini, capannoni, garage, case mobili, sellerie e vivai. L'organizzazione cerca un sito in cui qualcuno vive o le persone vengono ogni giorno, in modo che i gatti possano essere nutriti. La stalla o altra struttura deve essere lontana da strade o autostrade per ridurre al minimo i rischi che i gatti vengano investiti mentre vagano nel loro nuovo territorio. La struttura deve avere porte che si chiudano di notte per tenere i gatti al sicuro dai predatori durante il periodo di trasloco.

Funziona? Sì. L'organizzazione sta ottenendo 'affari ripetuti' da persone che avevano adottato gatti selvatici in precedenza perché hanno avuto buone esperienze con i loro primi gatti da stalla. Peggy ha detto:


'Proprio nell'ultima settimana circa, ho inviato una lettera di raccolta fondi, ho ricevuto una donazione da una signora e all'esterno della busta ha scritto 'Niente ratti, niente topi, niente serpenti da quando sono arrivati ​​i nostri gatti da fienile!'

'Sì, li stiamo mettendo in granai in campagna, e non tutti sopravvivono', dice Peggy. 'Ma nessuno di loro sopravvive al rifugio, quindi gli stiamo almeno dando una seconda possibilità.

Per saperne di più visita barncats.org o seguili su facebook.com/BarnCatsInc.