Confessione: piango ancora per il mio gatto scomparso, Chuck Norris

Sono l'orgoglioso proprietario di due adorabili gatti tartarugati che hanno molte torture da mostrare per questo. Sono i miei figli e quando le persone mi chiedono di loro, vengono immediatamente bombardati da storie, immagini e persino video. Si potrebbe dire che sono ossessionato dai miei bambini pelosi. Sono perfetti in ogni modo, e per quanto riguarda i gatti, non potrei chiedere un set migliore.


Quello che le mie belle bambine non sanno è che c'era un gattino nella mia vita prima di loro. Era la mia migliore amica e la sua piccola spalla era mia su cui piangere. Il suo nome era Chuck Norris ed è scappata.

Chuck Norris having a drink.


Chuck era del nostro rifugio locale e non appena l'ho vista, spaventata in fondo alla sua gabbia, ho capito che dovevo averla. Le informazioni sulla sua gabbia mi hanno fatto spezzare il cuore ancora di più. Era stata al rifugio da più tempo, e sarebbe stata addormentata se fosse rimasta lì per molto più tempo. Sapevo di aver bisogno di salvarla! È stata classificata solo come gatto domestico. Ho fatto le pratiche burocratiche e sono tornato il giorno dopo a prenderla. Era tutta mia.

Art by Nigel Sussman.


Vivevo da sola per la prima volta e Chuck ha trasformato la mia casa in una casa. Era con me durante i miei crepacuori, le mie notti solitarie e i miei trionfi. Mi coccolava ogni notte ed era seduta sul davanzale della finestra ad aspettarmi quando tornavo a casa dal lavoro. Era semplicemente perfetta. Poi un giorno se ne andò e il mio cuore si spezzò.



Ripenso ancora al giorno in cui l'ho adottata e avevo pensato a quanto sarebbe stata perfetta per me, visto che era una gatta da casa e io vivevo in un appartamento al piano di sopra. Tuttavia, poco dopo averla portata a casa, ho scoperto che non era un gatto rigorosamente da interni. Stava costantemente scalpitando alla porta e cercando di sfuggire a ogni possibilità che aveva. Era chiaramente un gatto all'aperto o al chiuso / all'aperto e voleva davverosu. Ho cercato di accontentarla e ho provato un guinzaglio per gatti. Le ho comprato qualsiasi cosa e tutto quello che pensavo l'avrebbe resa una gatta da interni felice, ma sembrava sempre volerla fuori dal tempo. E non mi sentivo a mio agio con lei che ha tempo fuori.


Ebbene, un giorno in qualche modo è scivolata via e non è più tornata da me. Penso che stavo portando la spesa o spazzando un po 'di sporcizia fuori. Qualunque cosa stessi facendo, la sua fuga è stata colpa mia. Non vivevo in un grande appartamento, quindi la mia ricerca all'interno non ci volle molto. Sono andato nel panico e sono uscito a cercare. Ho cercato ore e ore. Guardavo e piangevo allo stesso tempo. Il sole tramontò e poi fu troppo buio per cercarla.

Art by Nigel Sussman.


Ho creato volantini mancanti e li ho messi in tutto il mio complesso di appartamenti. Ho chiamato tutti i rifugi per vedere se fosse stata portata dentro e scansionata. Ho messo annunci persi sui giornali. Ho fatto quasi tutto quello che potevo per trovarla. Ho guardato ogni mattina prima del lavoro e poi dopo il lavoro fino al buio. Ogni notte piangevo e mi svegliavo tutta la notte per guardare fuori dalla finestra. Quello che era iniziato come mancanza di giorni si è trasformato in settimane, poi mesi e ora anni.

The author and her Chuck in better days.


Penso ancora a Chuck tutto il tempo. Mi sono trasferito da dove era scomparsa a causa del lavoro, ma controllo ancora il tempo nella zona per assicurarmi che sia calda. Quando mi metto davvero a pensare a lei, come adesso, piango. Mio marito pensa che io sia pazzo per essere ancora così agitato dopo tutto questo tempo, ma l'argomento mi spezza davvero il cuore. Mi chiedo sempre se fosse spaventata o felice dopo la sua ultima fuga. Mi chiedo se abbia trovato un gruppo di altri gatti o se fosse una solitaria. Mi chiedo persino se sia diventata il gatto di un altro essere umano o un gatto della comunità, dove più persone si prendono cura di lei in un quartiere.

A questo punto, devo anche chiedermi se è ancora viva, il che mi fa davvero piangere. Era la mia migliore amica in assoluto e l'amavo con tutto il cuore. Mi sento così male per averla lasciata uscire dall'appartamento. Ci sono così tante cose che avrei voluto fare per prevenirlo. Ero un giovane e stupido proprietario di gatti. Avrà sempre un posto speciale nel mio cuore per lei e penso che piangerò sempre quando penso a lei.


Ti amo, Chuck ... ovunque tu sia.

Art by Nigel Sussman.

Hai un confessionale Cathouse da condividere?

Stiamo cercando storie purrsonali dei nostri lettori sulla vita con i loro gatti. Invia un'e-mail a [email protected] e potresti diventare un autore pubblicato di Catster Magazine!