Problemi comuni di comportamento del gatto di salvataggio

È un errore ben detto che i gatti che finiscono nel rifugio lo facciano perché hanno problemi di comportamento. La verità è che di solito non è così. Alcuni gatti (e cani) si ritrovano a essere lasciati in rifugi e soccorsi per motivi che non hanno nulla a che fare con i loro comportamenti. Ma questa è un'altra discussione ...


Purtroppo, ciò che tende ad accadere è che alcuni di questi gatti vivono nel rifugio per così tanto tempo aspettando le loro case per sempre che i loro comportamenti iniziano a cambiare. Ciò che può risultare è lo sviluppo di problemi specifici portati da dislocazione e panico.

Questi sono i gatti che hanno bisogno di essere adottati più disperatamente, in modo che possano superare i loro nuovi problemi e diventare gli animali domestici amorevoli che erano una volta. Sebbene questi gatti siano solitamente trascurati, sono quelli che tendono a diventare i gattini più amorevoli che potresti mai desiderare di adottare. (Lo posso attestare in prima persona).


Ecco alcuni problemi che potresti scoprire una volta che porti a casa il tuo gattino di salvataggio o rifugio e come aiutare il tuo nuovo amico a superare il suo nervosismo e innamorarsi di te.

1 Apprensione degli altri

Il tuo nuovo gatto potrebbe essere stato un tempo un gatto viziato e molto amato dal suo precedente proprietario; potrebbe essere stato un gatto di strada trascurato; o potrebbe essere uno che è stato in rifugio / soccorso sin dalla nascita e non è mai stato gestito molto. In ogni caso, a meno che non siano stati abbastanza fortunati da vivere in una situazione di affidamento, i gatti di rifugio / salvataggio di solito non ne hanno molto uno contro -una interazione con le persone, figuriamoci con una persona stabile con cui possono legarsi e formare fiducia.


Le situazioni di rifugio possono essere particolarmente spaventose, con tutto il rumore e il trambusto in corso, dalle persone che entrano per guardarli, al rumore degli altri animali domestici che vi risiedono, specialmente i cani che abbaiano (scusate, ragazzi!).



2 Aggressione o isolamento

L'isolamento e l'aggressività fanno entrambi parte del modo in cui i gatti in difficoltà si proteggono. Il tuo nuovo gatto potrebbe sentirsi sopraffatto dal suo nuovo ambiente; potrebbe non essere mai stato in una casa prima d'ora, soprattutto se è nato e cresciuto in soccorso o in un rifugio; Potrebbe non essersi mai legato a un umano prima o, se lo ha fatto, non capisce perché non è più con quella persona. La paura che prova nelle sue nuove circostanze può indurlo a scagliarsi fisicamente, ringhiare e sibilare quando gli estendi una mano amorevole. Può indietreggiare e rendersi il più piccolo possibile, un attributo che preserva i gatti dai danni in natura.


Cambiamento e gatti vanno insieme come, beh, acqua e gatti! I gatti hanno difficoltà con il cambiamento, anche se positivo, perché minaccia il loro mondo, quindi il tuo nuovo gatto potrebbe nascondersi e / o scagliarsi contro di te come parte del suo istinto di sopravvivenza. Non conoscere il nuovo territorio significa non sapere se ha abbastanza risorse, per non parlare di quali altre minacce potrebbero aspettarsi. Ogni gatto domestico ha ancora gli stessi istinti dei suoi cugini selvatici.


Con il tempo lo conquisterai. Continua a parlargli con voce calma e rassicurante e offrigli dolcetti, buon cibo, lenzuola morbide e alcuni giocattoli con cui giocare quando non sei in giro. Rimani coerente e in ogni caso non evitare il contatto con lui. Ha bisogno di sapere che è al sicuro e che sei qualcuno di cui fidarsi. Sii disponibile, ma non spingere il contatto fisico finché non ti fa sapere che è pronto.

3 Non mangiare

Un gatto molto allarmato e confuso all'inizio potrebbe rifiutarsi di mangiare. Molto probabilmente non mangerà con te che lo guardi, quindi fornisci accesso a cibo, acqua e una lettiera vicino al suo nascondiglio attuale. La fame è un grande stimolo, quindi probabilmente deciderà di mangiare quando il resto della famiglia dorme e sa che nessuno verrà a disturbarlo.


Continua a offrirgli cibo fresco, acqua e dolcetti. Alcuni cibi puzzolenti come il tonno possono anche stuzzicare il suo appetito. Se non vedi segni di cibo ingerito o di utilizzo della lettiera entro due giorni, chiama il veterinario per chiedere aiuto, poiché la malattia del fegato grasso può iniziare in soli tre giorni senza cibo. Se ha un'infezione respiratoria, che può derivare dallo stress, potrebbe non mangiare semplicemente perché non può sentire l'odore del cibo.

4 Eliminazione inappropriata

Più a causa della non conoscenza del territorio e della paura di esplorare la casa, il tuo nuovo gatto potrebbe iniziare a eliminare in luoghi oltre alla lettiera. Soprattutto nei suoi primi giorni, tieni una lettiera vicino a dove potrebbe nascondersi. Se lo fai viaggiare lontano in questa 'terra sconosciuta' per trovare una lettiera, è più probabile che 'vada' proprio dove si trova piuttosto che rischiare di esporsi al resto della casa prima di essere pronto.


Dopo un po 'di tempo a casa, se sta ancora evitando la lettiera, fallo visitare dal veterinario per escludere eventuali malattie che potrebbero contribuire al problema.

5 Ansia da separazione

Una volta stabilito il legame, potrebbe apparire un nuovo problema: l'ansia da separazione. Se il tuo gatto era una volta in una casa amorevole, potrebbe arrabbiarsi e agitarsi quando la sua nuova persona preferita non è in giro. Può anche scagliarsi contro altre persone della famiglia se ha paura di essere portato via dal suo nuovo ambiente, ora sicuro, di nuovo.

Un modo per evitare che questa ansia si verifichi in primo luogo è avere più di una persona in famiglia che si prende cura di lui. Invita tutti i membri della famiglia a condividere i compiti di alimentazione e ricreazione. In questo modo, ci sarà sempre qualcuno in giro con cui si sente a suo agio, quindi non andrà fuori di testa quando uno di voi non è a casa.

Superare l'abbandono e la paura che il tuo gatto di rifugio / soccorso potrebbe provare richiede tempo e pazienza, oltre alla capacità di entrare veramente in empatia con il tuo nuovo gatto. Mettiti al suo posto per un momento: immagina come ti sentiresti se fossi improvvisamente allontanato da casa tua, lontano dalla tua gente, poi messo in una gabbia, infine per essere portato via in un posto nuovo di zecca con persone che non hai. lo so. Sarebbe a dir poco opprimente e spaventoso.

Una volta che il tuo gatto si rende conto che sei lì per fornirgli la stabilità, l'amore, il cibo e la compagnia che aveva una volta (o forse non sapeva nemmeno), uscirà dal suo guscio e diventerà il tuo migliore amico per la vita.

Leggi Avanti:Elenco di controllo per l'adozione del gatto: sei davvero pronto per l'adozione del gatto?