I gatti sono carnivori obbligati: cosa significa e perché è importante

La prossima volta che sorprendi il tuo gatto a sonnecchiare in una scheggia di sole pomeridiano, pensa alla tigre. Pensa al leone. Non penseresti che un leone o una tigre mangerebbe una dieta a base vegetale, giusto? Ovviamente no! I grandi felini sono carnivori obbligati, il che significa che mangiare carne è assolutamente biologicamente essenziale per la loro sopravvivenza.


La tua piccola tigre non è molto diversa. I gatti domestici sono veri carnivori obbligati che devono mangiare carne affinché il suo corpo possa ricevere determinati composti vitali per la sua salute e il suo benessere a lungo termine.

I gatti hanno bisogno di più proteine ​​degli umani o dei cani, secondo Deborah E. Linder, DVM, MS, nutrizionista veterinaria certificata dal consiglio, capo della Obesity Clinic for Animals presso la Cummings School of Veterinary Medicine della Tufts University. I gattini hanno bisogno di più proteine ​​della maggior parte degli altri animali e i gatti adulti hanno bisogno di due o tre volte più proteine ​​dei cani, aggiunge.


Le diete vegetariane o vegane non riescono a fornire gli amminoacidi necessari per una corretta salute felina e sono troppo ricche di carboidrati che i gatti non si sono evoluti per essere in grado di elaborare, secondo Marla McGeorge, JD, DVM, un consulente specializzato in felini a Portland, Oregon.

(Essere vegani è salutare per TE? Vieni a scoprirlo >>)


Carnivori obbligati: cosa significa esattamente?

Prima di andare oltre, chiariamo cosa sono esattamente i carnivori obbligati:



  • Obbligatorio (aggettivo):ob • li • gate • biologicamente essenziale per la sopravvivenza • limitato a un modo di vita particolarmente caratteristico
  • Carnivore (sostantivo):automobile • ni • vore • un animale che si nutre principalmente o esclusivamente di materia animale

Nutrienti indispensabili per i gatti

Un amminoacido vitale che i gatti non possono ottenere da nessuna fonte diversa dalle proteine ​​animali è la taurina. I gatti non possono produrre taurina da altri amminoacidi come la maggior parte dei mammiferi, ha detto Joe Bartges, DVM, PhD, DACVIM, DACVN, Professore di Medicina Interna e Nutrizione presso l'Università della Georgia College of Veterinary Medicine.


Quando i gatti vengono nutriti con una dieta troppo povera di taurina, possono soffrire di degenerazione retinica, cardiomiopatia dilatativa e problemi riproduttivi, secondo il dottor Linder. Sebbene tutti gli alimenti per gatti dovrebbero includere la taurina, dice, la quantità totale nella dieta non è l'unico fattore importante. Altri ingredienti nella dieta possono influenzare il modo in cui la taurina viene scomposta nell'intestino e quanto è biodisponibile per il gatto, quindi è importante nutrire una dieta che sia stata accuratamente formulata e testata, aggiunge.

Ai gatti manca anche l'enzima necessario per produrre la propria arginina, un altro aminoacido presente nelle proteine ​​animali, quindi deve essere fornito in quantità maggiori nella loro dieta, secondo il dottor Linder. L'arginina è coinvolta nella rimozione dell'ammoniaca dal corpo; se questa funzione è compromessa, i gatti possono subire perdita di peso, vomito, problemi neurologici e persino la morte.


Una dieta ricca di carne fornisce anche vitamina A, un nutriente che i gatti non sono in grado di convertire dal beta-carotene, così come altri determinati nutrienti chiave, tra cui l'acido arachidonico e la vitamina B12, che non possono essere sufficientemente ottenuti da alimenti di origine vegetale , dice il dottor Bartges. Senza un apporto costante di questi nutrienti, i gatti possono soffrire di problemi al fegato e al cuore, per non parlare dell'irritazione della pelle e della perdita dell'udito, dice.
Le diete feline necessitano anche di niacina e vitamina D3 aggiunte, secondo il dottor Linder.

Qual è la migliore proteina per i gatti?

Quanto a quale proteina animale sia la migliore per questi carnivori obbligati - manzo, pollo o pesce - non esiste un tipo migliore, secondo Tony Buffington, DVM, PhD, DACVN, professore emerito di scienze cliniche veterinarie presso il College of Veterinary Medicine della Ohio State University .


In effetti, non importa se un gatto ottiene le sue proteine ​​da cibo secco o umido, purché mangi il cibo e soddisfi i suoi bisogni nutrizionali, afferma il dottor Buffington. La chiave è rivedere l'etichetta. Le etichette commerciali degli alimenti per gatti dovrebbero indicare che il prodotto è formulato per soddisfare i profili nutrizionali dell'Association of American Feed Control Officials e conforme alle sue linee guida, il che significa che è nutrizionalmente completo, equilibrato e appropriato per l'età del tuo gatto. Ovviamente, se il tuo gatto ha esigenze nutrizionali specifiche, segui sempre le raccomandazioni del tuo veterinario, aggiunge.

Miniatura: Fotografia Nataliia Pyzhova | Getty Images.


Circa l'autore

Ellyce Rothrock ha trascorso metà della sua vita con Flea, un Maine Coon che ha vissuto fino a 21 anni e manca ogni singolo giorno. Attualmente sta cercando un amico felino per gestire Fritz e Mina, i suoi soccorsi da pastore tedesco. Ha la fortuna di vivere la sua passione per gli animali domestici come membro da 25 anni del settore dei pet media.

Maggiori informazioni sul cibo per gatti su Catster.com:

  • I gatti possono mangiare la pancetta? Ottieni i fatti
  • Il cibo umido per gatti vs. Dibattito sul cibo per gatti secco
  • I gatti possono mangiare le uova? E se è così, le uova sono buone per i gatti?