I bambini con i gatti a casa hanno meno probabilità di crescere allergici

Kitty today, no allergies later!


I bambini che vivono con cani e gatti hanno meno probabilità di sviluppare allergie a quegli animali più avanti nella vita, ma solo se l'animale è sotto lo stesso tetto mentre il bambino è ancora un neonato, suggerisce un nuovo studio.

Rispetto ai bambini nati in case senza gatti, quelli che sono cresciuti con i gatti avevano circa la metà delle probabilità di essere allergici a loro da adolescenti, lo studio ha rilevato.Crescere intorno a un cane ha ridotto il rischio di allergie ai cani di circa la stessa quantità per i ragazzi, ma non per le ragazze una scoperta che ha sconcertato i ricercatori.


L'esposizione ad animali domestici in qualsiasi momento dopo il primo anno di vita non sembra avere alcun effetto sul rischio di allergie, tuttavia, il che indica che il tempismo può essere tutto quando si tratta di prevenire le allergie.

Anche se non possono dirlo con certezza, i ricercatori sospettano che l'esposizione precoce agli allergeni degli animali domestici e ai batteri legati agli animali rafforzi il sistema immunitario, abitua il corpo agli allergeni e aiuta il bambino a costruire un'immunità naturale.
'La sporcizia fa bene', dice la ricercatrice Ganesa Wegienka, Ph.D., riassumendo la teoria. 'Il tuo sistema immunitario, se è impegnato con esposizioni nella fase iniziale, rimane lontano dal profilo immunitario allergico.'


Questo non è il primo studio a scoprire che avere un animale domestico può proteggere i bambini dalle allergie, ma è il primo a seguire i bambini fino all'età di 18 anni.



Studi precedenti hanno avuto risultati contrastanti, alcuni hanno persino collegato l'esposizione degli animali domestici durante l'infanzia a un aumentato rischio di allergia, quindi è troppo presto per raccomandare di prendere un cane o un gatto solo per scongiurare le allergie nel tuo bambino, afferma David Nash, MD, direttore clinico di allergia e immunologia presso il Children's Hospital di Pittsburgh.


'Alla fine, probabilmente scopriremo che ci sono periodi di opportunità in cui l'esposizione agli allergeni, per alcune persone, avrà un effetto protettivo', afferma il dott. Nash, che non è stato coinvolto nel nuovo studio. 'Ma siamo molto lontani dal capire per chi è protettivo e quando è il periodo ottimale.'

Allo stesso modo, non dare via il tuo amato animale domestico di famiglia perché sei preoccupato che l'animale provochi allergie. 'Non mi sbarazzerei del mio cane se avessi un figlio', dice Wegienka, epidemiologa del dipartimento di scienze della salute pubblica dell'Henry Ford Hospital, a Detroit. 'Non ci sono prove che dovresti sbarazzarti di un cane o di un gatto.'


Inoltre, è possibile che fattori diversi dall'avere un cane o un gatto in casa abbiano influenzato il rischio di allergia dei partecipanti allo studio. Ad esempio, sebbene i ricercatori abbiano preso in considerazione se i genitori dei bambini fossero allergici agli animali, non hanno chiesto informazioni su una storia familiare più ampia di allergie o altri problemi di salute. Quindi potrebbe essere che i bambini che sono geneticamente predisposti alle allergie animali semplicemente abbiano meno probabilità di crescere in case con animali domestici.

Nello studio, che appare sulla rivista Clinical & Experimental Allergy, Wegienka e i suoi colleghi hanno raccolto informazioni da 566 bambini e dai loro genitori sull'esposizione dei bambini agli animali domestici e sulla loro storia di allergie. Inoltre, quando i bambini hanno compiuto 18 anni, i ricercatori hanno prelevato campioni di sangue e li hanno testati per alcune proteine ​​del sistema immunitario (note come anticorpi) che combattono gli allergeni di cani e gatti.


Gli adolescenti che vivevano con un gatto durante il loro primo anno di vita avevano un rischio di allergia ai gatti inferiore del 48% rispetto ai loro coetanei, e i ragazzi adolescenti che vivevano con un cane avevano un rischio di allergia inferiore del 50%. Gli autori suggeriscono che le neonate potrebbero non sviluppare la stessa immunità dei ragazzi perché possono interagire in modo diverso con i cani rispetto ai neonati, ma questa è solo un'ipotesi.

[Fonte: Time Healthland e Health.com]