Una guida ai diversi tipi di integratori per gatti

Molte persone iniziano la giornata assumendo un multivitaminico. Ma per quanto riguarda gli integratori per gatti? È naturale che i genitori di gatti si chiedano se anche il loro amato gatto potrebbe non beneficiare di una vitamina o se ci sono altri integratori che potrebbero migliorare la salute e il benessere del loro amico peloso.


In generale, i gatti sani che vengono nutriti con una dieta di buona qualità non hanno bisogno di integratori vitaminici o minerali. Tuttavia, gli integratori potrebbero essere giustificati nei casi in cui i gatti hanno una carenza di nutrienti nota e come trattamento aggiuntivo di condizioni mediche specifiche. In qualità di internista certificato dal consiglio di amministrazione, sono molto selettivo quando prescrivo integratori ai miei pazienti, scegliendo quelli che sono stati studiati a fondo e si sono dimostrati sicuri ed efficaci - o almeno hanno una base razionale per il loro utilizzo. Ecco alcuni esempi di buoni integratori per gatti basati sulla mia esperienza pratica.

Integratori per gatti per il fegato

Il fegato è un componente importante del sistema immunitario, produce proteine ​​vitali e rimuove le tossine dal flusso sanguigno. I gatti sono suscettibili a una varietà di malattie del fegato, comprese malattie infettive e infiammatorie come l'epatite; lipidosi epatica ('malattia del fegato grasso'), in cui il fegato si infiltra di grasso, compromettendone la funzione; e cancro. Il trattamento della malattia del fegato dipende dalla diagnosi specifica. Le infezioni vengono trattate con antibiotici. Le condizioni infiammatorie richiedono farmaci antinfiammatori. La steatosi epatica viene affrontata garantendo un adeguato supporto nutrizionale. Il cancro al fegato può essere trattato con la chirurgia e / o la chemioterapia.


In caso di epatopatia felina, prescrivo spesso un integratore contenente S-adenosilmetionina (SAMe), un composto che favorisce la formazione del glutatione, un antiossidante che aiuta il fegato a ripararsi. La silibina, presente nel cardo mariano, ha anche dimostrato di avere effetti positivi sul fegato. Il supplemento Denamarin contiene sia SAMe che silibina e studi hanno dimostrato che è utile nei gatti con disturbi del fegato. Ho prescritto questo integratore da decenni.

Integratori per gatti per alleviare il dolore da artrite

L'artrite è ben riconosciuta nei cani, ma spesso è sottodiagnosticata nei gatti per diversi motivi. I gatti sono molto abili nello spostare il loro peso sugli arti sani, mascherando qualsiasi zoppia. Anche lo stile di vita felino è un fattore. Quando un cane artritico non può più saltare sul retro dell'auto, il proprietario vede immediatamente il problema. Quando un gatto non può più saltare sul davanzale della finestra, sceglie semplicemente un nuovo posto preferito per dormire o meditare, e il proprietario pensa semplicemente che il gatto abbia scoperto un nuovo posto preferito.


Il trattamento dell'artrite felina può comportare terapie farmacologiche e l'uso di integratori. Poiché i gatti (a differenza dei cani) hanno difficoltà a metabolizzare i farmaci antidolorifici non steroidei, gli integratori tendono a svolgere un ruolo più importante nel trattamento dell'artrite felina. La glucosamina e il condroitin solfato sono gli integratori articolari più conosciuti e vengono comunemente prescritti a persone affette da artrite. Questi composti rallentano la progressione del danno cartilagineo e promuovono la salute della cartilagine fornendo i precursori necessari per riparare e mantenere la cartilagine.



I gatti che non rispondono alla supplementazione orale con glucosamina e condroitina possono rispondere a un altro integratore, i glicosaminoglicani polisolfatati (l'ultima parola è un killer, lo so). Questo integratore, con il marchio Adequan, è stato inizialmente sviluppato per i cavalli e successivamente si è dimostrato efficace nei cani e poi nei gatti. Viene somministrato per iniezione, che è qualcosa che i proprietari di gatti possono facilmente imparare a fare a casa. In molti casi ho riscontrato notevoli miglioramenti.


Integratori per gatti per problemi di stomaco

Negli ultimi due decenni, i probiotici sono diventati un argomento popolare nella medicina umana, così come nella medicina veterinaria. È stato dimostrato che i probiotici causano un cambiamento positivo nella popolazione batterica intestinale quando i batteri patogeni superano il tratto gastrointestinale. Da non confondere con i prebiotici, che sono ingredienti alimentari non digeribili che stimolano la crescita dei batteri nel tratto gastrointestinale, i probiotici sono veri e propri batteri vivi (si pensi allo yogurt) che forniscono effetti benefici al paziente quando somministrati.

I batteri nel tratto gastrointestinale (precedentemente chiamato 'flora' intestinale, ora chiamato 'microbioma') sono un delicato equilibrio di 'batteri buoni' e 'batteri cattivi'. Quando questo equilibrio viene interrotto, i batteri cattivi possono crescere eccessivamente e produrre tossine, che possono portare a sintomi come diarrea, flatulenza e dolore addominale. I probiotici agiscono stimolando la produzione di sostanze antibatteriche, inibendo l'adesione dei batteri cattivi al rivestimento intestinale e, in alcuni casi, migliorando e regolando la risposta immunitaria.


Il ruolo che i probiotici svolgono nella medicina felina non è chiaramente definito e gli studi sono in corso. Sono stati condotti molti studi in cui sono stati somministrati probiotici a cani e gatti sani e sono stati osservati effetti positivi. Non è noto come questo si traduca negli animali con disturbi gastrointestinali. Ci sono solo pochi studi sull'uso dei probiotici nel trattamento dei disturbi intestinali nei gatti. Nessuno studio, tuttavia, ha trovato effetti negativi importanti quando i probiotici sono stati somministrati ad animali sani, suggerendo che sono sicuri da usare. Molti medici (e ora alcuni veterinari) somministrano probiotici per prevenire gli effetti collaterali associati agli antibiotici come diarrea, vomito o inappetenza.

Non prescrivo spesso i probiotici in questo modo; tuttavia, ho avuto alcuni pazienti che hanno avuto diarrea da antibiotici e ho somministrato probiotici preventivamente ad alcuni di questi pazienti prima di prescrivere loro di nuovo gli antibiotici. Nella maggior parte di questi casi, il probiotico ha prevenuto la successiva diarrea.


La linea di fondo sugli integratori per gatti

Gli integratori non intendono sostituire le terapie convenzionali, ma possono fornire benefici significativi se usati come trattamento aggiuntivo per una varietà di disturbi.

Inoltre, integratori per TE: inizia subito a prendere questi integratori per ridurre il rischio di Alzheimer in futuro >>


Dicci:Dai al tuo gatto degli integratori?

Il dottor Arnold Plotnick è il fondatore di Manhattan Cat Specialists, uno studio veterinario esclusivo per i felini nell'Upper West Side di Manhattan. È anche autore di The Original Cat Fancy Cat Bible. Il dottor Plotnick collabora spesso con pubblicazioni e siti Web felini, incluso il suo blog Cat Man Do. Vive a New York City con i suoi gatti, Mittens e Glitter.

Nota dell'editore:Questo articolo è apparso sulla rivista Catster. Hai visto la nuova rivista cartacea Catster nei negozi? O nella sala d'attesa dell'ufficio del tuo veterinario? Abbonati ora per ricevere la rivista Catster direttamente a te!

Maggiori informazioni sulla salute e la cura dei gatti su Catster.com:

  • Un manuale per i genitori di un nuovo gatto sulla salute felina
  • La tua guida allo svezzamento dei gattini
  • 3 consigli estivi per i gatti