7 cose da fare se trovi un gattino orfano

È un istinto umano naturale nei confronti degli orfani: quando vediamo un gattino piccolo da solo nel grande grande mondo, vogliamo piombare dentro e salvare la piccola cosa dai pericoli tutt'intorno. Se ti trovi in ​​una situazione del genere, fermati un momento, fai un respiro profondo e dai un'occhiata a questi suggerimenti su come aiutare i gattini abbandonati.


1. Assicurati che il gattino sia davvero abbandonato

Le mamme gatte devono cacciare per il loro cibo e possono lasciare il nido per alcune ore alla volta mentre lo fanno. A volte una mamma gatta sposta il suo nido per garantire la sicurezza della lettiera. Poiché non ha un abbonamento per l'auto o per l'autobus, deve portare i suoi cuccioli, uno alla volta, dal vecchio nido a quello nuovo. Se i gattini sono puliti, paffuti e tranquilli, stanno bene e la mamma è nelle vicinanze.


2. Osservare da lontano

Se temi che la mamma non torni, guarda il nido ma non avvicinarti troppo. Se la mamma gatta è selvaggia e sente odore umano vicino al nido, potrebbe essere troppo spaventata per tornare a prendersi cura dei suoi gattini. I gattini di solito hanno bisogno di mangiare ogni 4-6 ore, quindi se sono passate 12 ore da quando hai trovato il gattino e la madre non è tornata, qualcosa è decisamente sbagliato e puoi fare il passo successivo.


3. Scaldali

I gattini di età inferiore a tre settimane non possono controllare la propria temperatura corporea e possono facilmente raffreddarsi. Il che significa che possono morire, anche quando le temperature esterne sono calde. Un gattino freddo è svogliato e può effettivamente sentire freddo al tatto. Per riscaldare i gattini abbandonati, prepara un nido foderato di asciugamani e metti una piastra elettrica o una borsa dell'acqua calda sotto gli asciugamani. Assicurati di lasciare un posto dove possano strisciare via se si surriscaldano troppo.



4. Chiedere aiuto

Durante l'altezza della stagione dei gattini, il tuo rifugio o gruppo di soccorso locale potrebbe avere mamme che allattano che potrebbero accogliere alcuni gattini in più. Il latte materno è di gran lunga il miglior nutrimento che un bambino in crescita possa ottenere. Se i rifugi non hanno a disposizione mamme gatte, potrebbero avere volontari o affidatari che sanno come nutrire artificialmente i gattini appena nati, oppure potrebbero darti istruzioni su come farlo.


5. Preparati per notti agitate

Se il gattino che trovi ha una settimana o meno, dovrai nutrirlo con il biberon ogni due ore 24 ore su 24, quindi pulire la sua zona genitale con un panno per stimolarla a urinare e defecare. A due settimane, i gattini possono essere nutriti ogni quattro ore 24 ore su 24. I gattini dovrebbero essere sempre a pancia in giù durante l'allattamento artificiale per assicurarsi che la formula vada nello stomaco e non nei polmoni.


6. Sapere cosa fare dopo aver mangiato

Dopo ogni poppata, i gattini devono essere ruttati e asciugati. Ruttare un gattino è proprio come ruttare un bambino umano, tranne che in modo molto più delicato. Se i gattini hanno meno di quattro settimane, le loro aree genitali devono essere pulite con un tovagliolo di carta o un panno umido per stimolarli a urinare e defecare.


7. Comprendi che potrebbe non finire bene

Nonostante i tuoi migliori sforzi, è possibile che il gattino che hai salvato non possa sopravvivere. La natura non è gentile con i bambini abbandonati. Senza il beneficio degli anticorpi nel latte materno, i gattini orfani sono estremamente suscettibili a infezioni, ipotermia e altri problemi che i loro piccoli corpi non sono in grado di gestire. Non essere troppo duro con te stesso se questo accade. Hai assunto un compito da eroe e hai fatto del tuo meglio.

Per suggerimenti di esperti su come allevare gattini orfani, dai un'occhiata a questo post di Valerie Sicignano della New York City Feral Cat Coalition. Il Kitten Care Handbook di Kittenrescue.org, scritto da Carolyn McCray, DVM, è un'altra eccellente risorsa.


Hai mai salvato e allevato a mano un gattino orfano? Com'è andata? Hai altri suggerimenti o risorse per altre persone che si trovano nella tua situazione?

Leggi le storie correlate su Catster:

  • Chiedi a Einstein: come allatti con il biberon un gattino orfano?
  • Che cos'è la 'sindrome del gattino in dissolvenza'
  • Ti leghi troppo ai gatti selvatici affidati alle tue cure?
  • Ho allevato la bottiglia del gattino di un amico; Darla mi ha spezzato il cuore
  • 5 Cat Mom non riesce: i miei peggiori errori genitoriali per animali domestici

Leggi storie di salvataggio e amore su Catster:

  • La storia di Buzz e come ha recuperato la sua peluria
  • Chase No Face è come qualsiasi altra gattina, tranne che senza volto
  • Ultime notizie, ragazzi: uno studio dice che i gatti possono amare!


Informazioni su JaneA Kelley:Mamma gatta punk-rock, nerd della scienza, volontaria del rifugio per animali e disadattato a tutto tondo con la passione per i giochi di parole, le conversazioni intelligenti e i giochi di ruolo d'avventura. Con gratitudine e grazia accetta il suo status di principale schiava dei gatti per la sua famiglia di blogger felini, che dal 2003 scrivono il loro pluripremiato blog di consigli sui gatti, Paws and Effect.